Terrazza Capogrossi

TERRAZZA CAPOGROSSI

UNA SINTESI DI ARTI E DI SPAZI
La Terrazza Capogrossi, posta al piano superiore del Palazzo di Confindustria, prende il nome dal gigantesco mosaico di piastrelle di gres bianco e nero che ne costituisce la pavimentazione, realizzato dal grande artista Giuseppe Capogrossi, uno dei maggiori esponenti della pittura informale italiana del Novecento.
Il mosaico, riproduzione di un bozzetto dell’artista in cui si ripete il segno a pettine divenuto dal 1950 dominante nella sua opera, è stato immaginato sin dall’origine come pavimento di un parcheggio. La sua nuova valorizzazione deriva da una serie di considerazioni:
– il valore oggettivo dell’opera d’arte, tra le ultime ad essere realizzate da Capogrossi, scomparso il 9 ottobre 1972;
– l’originalità della soluzione d’arte applicata, esperimento riuscito quanto eccezionale di “sintesi fra le arti”, frutto di un lungo dibattito, avviato negli anni Trenta ma più intenso negli anni Sessanta, sull’integrazione fra le discipline e in particolare tra architettura  e arti figurative.